Federfarma, accordo in Prefettura per sistema d’allarme anti-rapina nelle farmacie

Federfarma, accordo in Prefettura per sistema d’allarme anti-rapina nelle farmacie
febbraio 23 14:31 2017

L’accordo siglato alla presenza delle più alte cariche di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza

Federfarma  Catanzaro si impegna a sensibilizzare i propri associati-farmacisti titolari di farmacie in ordine all’opportunità offerta dall’ accordo di installare presso i propri esercizi un sistema di video allarme da attivarsi soltanto in caso di rapina, in grado di  far giungere in tempo reale il segnale di allarme alle Sale Operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

E’ quanto contemplato dal prefetto Luisa Latella e dal presidente di Federfarma Catanzaro  Vincenzo Defilippo i quali hanno sottoscritto in Prefettura  un protocollo di collaborazione per l’attuazione e diffusione nelle farmacie ricadenti sul territorio provinciale dei servizi connessi al progetto di video-allarme anti-rapina.

Federfarma Catanzaro individuerà uno o più ditte cui affidare la realizzazione dell’impianto e le cui progettualità dovranno essere assentite dagli Uffici Regionali Tecnici della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.
L’Associazione Provinciale altresì individuerà un proprio referente per i contatti diretti con la Prefettura e si occuperà di promuovere le attività di monitoraggio del sistema d’intesa con la stessa, al fine di verificare la percentuale di farmacie aderenti,
l’andamento della delittuosità nei confronti della categoria, l’andamento e l’efficienza del sistema medesimo anche allo scopo della individuazione delle eventuali misure da assumere.

I presenti e le dichiarazioni

Il protocollo è stato siglato alla presenza del vicario del questore di Catanzaro,  Andrea Petroiusti, del comandante provinciale dei Carabinieri, col. Marco Pecci , del comandante provinciale della Guardia di Finanza, col. Davide Rametta, dal presidente dell’Ordine dei Farmacisti Vitaliano Corapi, dal presidente dei rurali di Federfarma Catanzaro, Maria Cristina Murone, e dal segretario di Federfarma  Catanzaro, Stefano Raspa.

L’accordo intende in particolare dare attuazione alle intese tra Ministero dell’Interno e Federfarma per l’accesso delle farmacie interessate alla fruizione di nuove tecnologie, che assicurino la diretta interazione tra gli impianti di video-allarme installati presso le singole farmacie e le Sale e Centrali Operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri

A conclusione del suo intervento  il Prefetto ha espresso ampia soddisfazione perché, dichiara,  con la firma del documento si scrive una bella pagina di sicurezza partecipata e di collaborazione pubblico privato volta ad assicurare più elevati  livelli di tutela dei cittadini, contrastare i fenomeni predatori e rendere più efficace l’intervento repressivo delle Forze dell’Ordine.

Il dott. Vincenzo Defilippo, da parte sua, nel ringraziare il Prefetto Latella per avere, adottato  il protocollo odierno, consentendo di rendere operative tutte le condizioni dell’accordo nazionale ha altresì ringraziato il Ministro dell’Interno per il suo costante interessamento a questo problema nonché i vertici delle Forze dell’Ordine che, mostrando grande attenzione e sensibilità, accanto all’impegno quotidiano di prevenzione e di repressione hanno assicurato piena collaborazione tecnico-professionale per il raggiungimento dell’obiettivo comune: la “sicurezza partecipata” che coinvolge i farmacisti, i loro dipendenti e collaboratori e tutti i cittadini che adesso speriamo possano entrare più serenamente in farmacia lasciandosi alle spalle le scene alle quali purtroppo si sono dovuti abituare a causa di una criminalità che ha individuato nelle farmacie il bancomat preferito.

A FINE GENNAIO SCORSO LA RIUNIONE PROPEDEUTICA DOPO EPISODI DELINQUENZIALI