Atto falso per un’assunzione: interdetti tre dipendenti ASP

Atto falso per un’assunzione: interdetti tre dipendenti ASP
settembre 15 12:14 2017

Corruzione in atti giudiziari e falso ideologico le accuse

Un dirigente e due funzionari dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro sono stati interdetti dal servizio con l’accusa di corruzione in atti giudiziari e falso ideologico in atto pubblico.

I tre destinatari dei provvedimenti sono Giuseppe Pugliese, di 49 anni, direttore amministrativo dell’Azienda sanitaria  provinciale di Catanzaro, Francesco Santoro di 59, funzionario del Nucleo investigazioni sanità e ambiente, organo di polizia giudiziaria della Procura e il suo collega Francesco Lucia di 48 (assessore al comune di Montepaone) 

Pugliese e Santoro sono stati sospesi per un anno mentre Lucia per sei mesi.

I provvedimenti di sospensione immediata dal servizio sono stati eseguiti dai finanzieri del Nucleo di polizia giudiziaria di Catanzaro su disposizione del Gip del Tribunale di Catanzaro in accoglimento di una richiesta avanzata dalla Procura del capoluogo.

Al centro dell’indagine c’è la redazione di un atto falso per favorire l’assunzione in un’azienda della figlia di uno degli indagati.

[ANSA.IT]