Pericoloso materiale esplosivo a Pentone: due arresti

Pericoloso materiale esplosivo a Pentone: due arresti
agosto 04 13:29 2016

I carabinieri della Stazione di Pentone, coadiuvati da quelli del nucleo operativo, del reparto operativo e dello Squadrone eliportato cacciatori di Calabria, hanno proceduto ad una serie di perquisizioni nel territorio di competenza, traendo in arresto P.P.B. di 43 anni e C.M. di 70, entrambi gravati da precedenti di polizia, per i reati di detenzione di armi clandestine e di artifizi pirotecnici del genere vietato e di ricettazione.

In particolare, i militari, che seguivano i due da tempo, insospettiti da movimenti circospetti che i due facevano presso un casolare adiacente alle loro abitazioni, decidevano di entrare in azione. Con il supporto anche di un metaldetector ed occultati dietro cumuli di attrezzi da lavoro e stracci, i carabinieri hanno trovato due fucili  e varie cartucce. Ad una più approfondita perquisizione venivano individuati anche vari artifizi pirotecnici, di fatto vere e proprie bombe, di cui è vietato il commercio. I due uomini, quindi, venivano tratti in arresto e, su disposizione del PM di turno, Dott. Alessandro Prontera, venivano sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire alla provenienza delle armi, sprovviste di matricola, e sull’uso che i due uomini ne avrebbero dovuto fare.