RadioTeleSpazio, si avvicina il fallimento

RadioTeleSpazio, si avvicina il fallimento
settembre 23 15:48 2013

Dopo oltre sei anni di bagarre giudiziaria – a seguito di decine di licenziamenti illegittimi e  reintegre mai effettuate nonostante ben due gradi di giudizio  – è forse giunta al capolinea la triste storia di RadioTeleSpazio Spa. Il Collegio della Sezione Fallimentare del Tribunale di Catanzaro (giudici Rizzo, Damiani e Gioia) ha mandato in decisione la richiesta di  concordato fallimentare avanzata dall’azienda a cui tutti i principali creditori – difesi dagli avv. Giuseppe Corea e Crescenzio Santuori – hanno proposto legittima opposizione, sulla base di oggettiva insufficienza di tempi e garanzie del supposto concordato.  ella piu recente udienza in cui il Collegio ha convocato per un libero interrogatorio l’amministratore delegato di Telespazio Tony Boemi (jr),  l’azienda – difesa dagli avv.ti Raffaele e Francesco Mirigliani, quest’ultimo anche consigliere e vicepresidente della stessa società –   ha invece delegato un consigliere (Muraca)  il quale non sembra aver chiarito i dubbi e le incongruenze emersi dalla relazione del commissario giudiziale, in cui si evidenziano ammanchi e debiti reali tre volte maggiori della somma pur alta indicata dall’azienda. Presente come per legge il pubblico ministero della Procura il quale senza mezzi termini ha confermato al Collegio che quanto emerso nel corso dell’interrogatorio non ha superato le discrasie riscontrate nella relazione. Il fascicolo passa quindi contestualmente anche alla Procura della Repubblica per ogni più opportuna determinazione in merito.  Per RadioTeleSpazio Spa si avvicina il baratro del fallimento e si profilano azioni di responsabilità nei confronti di chi, oltre a decine di posti di lavoro,  ha distrutto in poco tempo un trentennale patrimonio culturale ed editoriale di primo piano per l’intera regione.