Criminalità: obbligo dimora e sequestro beni per 450mila euro

Criminalità: obbligo dimora e sequestro beni per 450mila euro
febbraio 10 11:14 2017

Si tratta di immobili e terreno ubicati in contrada Talarico di Nicastro

Criminalità. Beni patrimoniali sproporzionati ed ingiustificabili rispetto al reddito denunciato ed al tenore di vita. E così la Guardia di Finanza di Catanzaro ha notificato un provvedimento di confisca che riguarda due villette, un appezzamento di terreno e tre autovetture per un importo che si aggira sui 450.000 euro di valore.

I beni sono stati confiscati ad una coppia di coniugi (Gi. No. e Ca. Bo.) che secondo la Procura Distrettuale Antimafia di Catanzaro sono indiziati di appartenere ad una agguerrita organizzazione malavitosa (cosca Giampà ) operante nella città della Piana.

Per questo più importante motivo, le Fiamme Gialle lametine, hanno pure notificato ai due soggetti l’applicazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di appartenenza in quanto ritenuti socialmente pericolosi.

Gli immobili ed il terreno sottoposti a confisca sono ubicati in contrada Talarico del quartiere Nicastro.

Le indagini della Guardia di Finanza, proseguite dopo la realizzazione dell’operazione “Perseo”, sono basate sugli accertamenti economico-finanziari svolti dal Corpo e finalizzati ad aggredire i patrimoni illeciti accumulati dagli appartenenti alla ndrangheta attraverso i proventi delle varie attività criminali messe in opera nel corso degli anni.