Pregiudicato ubriaco tenta rapina e poi resiste ai Carabinieri: arrestato

Pregiudicato ubriaco tenta rapina e poi resiste ai Carabinieri: arrestato
febbraio 20 19:23 2017

I reati sono stati compiuti da un pregiudicato a Torre Ruggiero

Rapina e resistenza. I Carabinieri della Compagnia di Soverato hanno tratto, in arresto in flagranza di reato, Oscar Alfredo Barbieri, 47enne pregiudicato di Torre di Ruggiero, ritenuto responsabile di tentata rapina in abitazione e resistenza a pubblico ufficiale.

In particolare, alle ore 15 di domenica, l’uomo  si è recato presso l’abitazione di una donna residente in Torre di Ruggiero, minacciandola al fine di ottenere una somma in denaro. A questo punto, però, udendo le voci di alcuni cittadini che transitavano a piedi nelle vicinanze, il Barbieri è immediatamente scappato, dileguandosi nelle vie limitrofe. La malcapitata vittima, pertanto, ha subito contattato il numero di pronto intervento 112, richiedendo l’intervento dei Carabinieri. Giunti sul posto, i militari della Stazione di Cardinale, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno setacciato tutta l’area, individuando dopo pochi minuti il Barbieri, in evidente stato di agitazione, che, alla vista degli operanti, è salito repentinamente a bordo della propria autovettura, dandosi alla precipitosa fuga e riuscendo a far perdere le proprie tracce.

Lungo il tragitto, in prossimità dell’uscita Gagliato, il Barbieri, improvvisamente ha perso il controllo del mezzo, proseguendo a piedi verso Soverato, ove è stato individuato dopo circa 2 ore di serrate ricerche. Nella circostanza, lo stesso si è opposto a più riprese ai Carabinieri intervenuti, i quali, con non poche difficoltà, sono riusciti a bloccarlo, ad accompagnarlo in caserma e ad arrestarlo. In quel frangente, il soggetto è risultato positivo al controllo etilometrico, avendo superato di oltre 5 volte il limite consentito e, di conseguenza, è stato anche deferito per guida in stato d’ebbrezza.

La 1^sezione penale del Tribunale di Catanzaro, nel pomeriggio di lunedì, ha convalidato l’arresto, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte al giorno.