Un grande dolore, Marcello Le Piane non c’è più!

Un grande dolore, Marcello Le Piane non c’è più!
giugno 23 08:53 2017

Funerali sabato 24 alle 10.30 nella Cattedrale di Lamezia


Ci avevamo sperato tutti, ci credevano tutti!.

Marcello però non ce l’ha fatta. Se n’è andato proprio quando credevamo che anche stavolta ci avrebbe sorpreso con quel sorriso sornione, tornando a prendere coscienza dopo il gravissimo malore a Gizzeria.

Marcello Le Piane era (e rimane) un’istituzione. La telecamera era la sua compagna fissa e l’approdo in RAI la logica conseguenza di un percorso professionale. Da anni firmava i servizi più impegnativi, accompagnandosi di volta in volta ai colleghi giornalisti incaricati del servizio.

Penso e immagino il profondo inconsolabile dolore di quanti facevano troupe con lui, Riccardo ed Emanuela in primis; della famiglia cui era  visceralmente attaccato; della schiera di operatori dell’informazione, Mario in primissima fila, tutti desolatamente depredati di una grande ricchezza,  la presenza di Marcello, amico, professionista, collega

L’ho conosciuto nel 1992, nella grande avventura di VL7 Cinquestelle. Faceva parte della banda di Video Soccorso, una delle più innovative idee televisive ancora oggi valide e di successo. Ne ho scovato alcune foto in cui, sia pure con la solita discrezione, Marcello compariva davanti alle telecamere e non dietro. Era il tempo della spensieratezza, il tormentone era la “televisione totale” con cui ci salutavamo goliardicamente, pur sapendo che si stava facendo davvero una esperienza innovativa ed a suo modo “storica”. (nella foto di copertina Marcello è il primo da destra con la sua telecamera)

Usciva in tutta la regione per i servizi di una redazione che Francesco Grandinetti mi aveva affidato. Portando, ancora giovanissimo, immagini ed interviste perfette, malgrado l’attrezzatura del tempo non avesse certo la comodità e la tecnologia di oggi.

Sempre sorridente malgrado fosse concentrato, rispettoso del suo ruolo e disponibile costantemente a darti un consiglio tecnico, per una inquadratura, un montaggio.

Oggi partecipava attivamente alla formazione tecnica col gruppo dei giornalisti d’azione, firmava servizi di punta per la Tgr e le nazionali, eppure – milanista incallito – aveva trovato la dimensione sportiva dedicandosi alle nuove discipline del kitesurf, sulla costa lametina tirrenica.

Proprio lì ha incontrato la conclusione della sua avventura terrena.

Alla famiglia, agli amici, a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di condividere un po’ di tempo con lui il cordoglio mio e di questa testata.

Nico De Luca
direttore CatanzaroTV.it