Design Week, si aggiunge il premio ‘Guglielmo Papaleo’

Design Week, si aggiunge il premio ‘Guglielmo Papaleo’
giugno 29 11:02 2016

A costellare il percorso della prima edizione della Catanzaro Design Week arrivano sorprendenti novità. Tra le più importanti c’è l’istituzione di un significativo riconoscimento. Si tratta di una borsa di ricerca, consistente nella somma di 1000 euro e intitolata alla figura del Cavaliere del Lavoro Guglielmo Papaleo, da tutti conosciuto come il padre del “caffè che fa centro”. In un clima di sana competizione, che cerca di stimolare l’estro creativo dei partecipanti alla manifestazione che dal 22 al 25 settembre prossimo rappresenterà un richiamo irresistibile per tutti coloro che vorranno conoscere e ammirare il Design nelle sue molteplici sfaccettature, ad aggiudicarsi il premio sarà l’autore del lavoro più originale e realizzato nel rispetto della tematica su cui si incentrerà la Settimana del design del Mediterraneo. Il verdetto finale sarà formulato da una giuria di esperti, tra cui compaiono alcuni nomi di spicco come quello dell’impareggiabile designer, CarloColombo, del graphic designer di fama internazionale, Leonardo Sonnoli, e del direttore del Museo MARCA di Catanzaro, Rocco Guglielmo

La borsa di ricerca è messa in palio dalla Guglielmo Spa, che in maniera risoluta ha deciso di dare il proprio contributo all’iniziativa fornendo una convincente motivazione: aver rintracciato nel progetto dei due giovani architetti catanzaresi Giuseppe Anania e Domenico Garofalo, fondatori del laboratorio officine AD, una forte similitudine con la mission che la realtà imprenditoriale calabrese porta avanti da oltre settant’anni. Cioè un processo di continuo rinnovamento che si alimenta negli insegnamenti del passato e la cui prosecuzione è affidata alla terza generazione della famiglia, che risponde al nome di Daniele Rossi, Matteo Tubertini, e Beatrice Volpi.

È ancora possibile, fino al 31 luglio, proporsi presentando le proprie produzioni e prototipi. Altra interessante novità è quella inerente alla convenzione stipulata con Confartigianato con cui l’ente “si impegna a collaborare per la realizzazione di un progetto che preveda l’affiancamento di tecnici specializzati nel settore del design ad aziende artigiane dell’artistico di qualità al fine di migliorare le produzioni riscoprendo le antiche linee connesse alle produzioni tradizionali e l’obiettivo di guardare al futuro per innovare la tradizione”.

R.M.

In foto: Da sinistra Giuseppe Anania, Beatrice Volpi, Domenico Garofalo

LEGGI LA PRESENTAZIONE UFFICIALE DELL’INIZIATIVA AL COMUNE