Gli ospiti dello psichiatrico ispirano racconti letterari

ottobre 25 21:28 2016

Per ogni ragione del viaggio, c’è sempre il piacere del ritorno! È uno dei tanti aspetti che stimolano la ricerca interiore delle donne e degli uomini, più affamati di curiosità, tanto da diventare costruttori di storie. Questo è il mondo di Domenico Dara; astro nascente della letteratura italiana, il cui vissuto è quello di chi è sempre stato affascinato dalle storie, anche quelle più comuni, nelle quali sono nascoste piccole verità non sempre svelate. L’autore ha scelto Girifalco, suo paese natale, per incontrare il suo pubblico più intimo e firmare le copie del suo nuovo romanzo: “Appunti di Meccanica Celeste”, uscito lo scorso 6 ottobre, per la casa editrice Nutrimenti.

Un mondo in bilico, tra fantasia e realtà; tra immaginazione e critica sociale: Elementi cardine, presenti nel suo romanzo d’esordio: “Breve trattato sulle coincidenze”, tra finalisti nel 2013, al premio Italo Calvino.

Ed è Girifalco stessa che torna vivere e a raccontarsi anni dopo. In quelle strade , fatte di vita, dove gli individui sembrano orbitare come corpi celesti, che s’intersecano e si allontanano, in un luogo da cui partono le strade della consapevolezza: tante e tutte inermi alle misteriose leggi dell’universo.

Una bella occasione, per condividere con l’autore, le memorie di un percorso visionario che, tra una copia firmata e un ricordo del passato, racchiudono in esse, la stessa sostanza del sogno.