Un auditorium per Dalida, voce mondiale di Serrastretta

Un auditorium per Dalida, voce mondiale di Serrastretta
agosto 10 15:50 2017

Il governatore Oliverio finanzia un auditorium

Un evento nel paese della sua famiglia, Serrastretta (Catanzaro) ed un auditorium a lei intitolato.

Sono queste le note emerse dalla serata –  presentata dal conduttore televisivo Francesco Occhiuzzi –  in cui la Calabria ha reso omaggio – a trent’anni dalla scomparsa –  alla figura della grande cantante Dalida, all’anagrafe Jolanda Gigliotti, i cui genitori erano originari del piccolo centro del Reventino

L’iniziativa intitolata “Avec les temps” – fortemente voluta dal sindaco di Serrastretta e dal presidente della Regione Mario Oliverio – è stata seguita da un pubblico numerosissimo, giunto da ogni parte della regione anche per la presenza di personaggi come come  Silvia Mezzanotte, Maria Letizia Gorga, Cristiano Malgioglio, Carol Lauro e, con essi, il nipote di Dalida, Luigi Gigliotti ed il presidente del fan club Dalida Forever, Thierry Savona, giunti direttamente dalla Francia.

La Regione, inoltre,  ha disposto il finanziamento di un auditorium intitolato a Dalida, (che ha sempre fatto vanto delle sue origini calabresi), da realizzarsi a Serrastretta, a beneficio di tutto il comprensorio del Reventino, con l’obiettivo di rafforzare i servizi alla cultura in una delle aree interne più importanti della nostra regione.

Chi era Dalida
I successi di Yolanda Cristina Gigliotti

A trent’anni dalla sua tragica morte, la Francia e il mondo intero continuano a ricordare la grande cantante e attrice le cui origini sono calabresi, di Serrastretta, nel Catanzarese.

Dalida, una dea discesa dall’Olimpo che con la sua voce ha conquistato ed incantato tutti negli anni della bit generation e oltre.

Prima donna a vincere il disco di platino per aver venduto oltre 10 milioni di dischi nel 1964. Amata, idolatrata, invidiata e paparazzata.

Dal 1955 la cantante ha venduto più di 125 milioni di dischi premiati da oltre settanta dischi d’oro in sette lingue, due dischi di platino e quello di diamante, creato appositamente per lei.

Tra i molteplici riconoscimenti che le sono stati attribuiti figurano due Oscar mondiali della canzone e il Premio dell’Académie du Disque français.

Insieme a Edith Piaf, Dalida è senza ombra di dubbio la cantante che ha maggiormente contrassegnato la musica leggera transalpina del XX secolo, una delle più grandi icone della musica europea, la cui fama e i cui successi sono stati di portata mondiale, probabilmente la prima artista multilingue e multietnica.