Calcio, Abramo controreplica a Cosentino

agosto 31 16:56 2016

Il sindaco distingue gli interessi della Città rispetto alla proprietà

Continua il botta e risposta tra il sindaco Sergio Abramo e il Presidente Giuseppe Cosentino.

Dopo le missive che i due si sono scambiati per mezzo stampa nel giro di poche ore, arriva prontamente l’aspra replica del primo cittadino.

Quest’ultimo non si dimostra per nulla remissivo di fronte al rifiuto di Mister Gicos di sedersi attorno ad un tavolo per discutere delle questioni inerenti all’avvio della nuova stagione agonistica dei giallorossi. Anzi,appare determinato a far valere il suo “diritto-dovere di comprendere, le dinamiche che riguardano la squadra di calcio che porta il nome e il simbolo della città (da lui rappresentata per volontà popolare) e che costituisce molto di più di una passione per migliaia di catanzaresi”.

Mentre secondo il Presidente del Catanzaro Calcio a costituire oggetto di discussione può essere esclusivamente la tematica inerente l’impiantistica sportiva e la collaborazione istituzionale – chiarendo di non tollerare alcuna intromissione da parte di organi politico-istituzionali nella gestione della società relativamente all’aspetto agonistico e sportivo –sull’altro fronte si posiziona Abramo convinto del fatto che la fascia tricolore gli permette legittimamente di interrogare e ottenere risposte sui programmi per il futuro della società.

Nessuna invasione di campo

Nessuna “invasione di campo” dunque a cui sembra aver fatto allusione Cosentino, richiamando tutti al “rispetto dei propri ruoli”, ma la volontà di tutelare un bene comune.

“Riconosco intanto al presidente – si legge ancora nella nota -il merito di avere rilevato la società in un momento tragico e di avere conquistato il traguardo della promozione in Prima divisione.

E’ più che legittimo che egli – in quanto proprietà – eserciti il diritto di “fare calcio” fin quando lo riterrà opportuno, nel rispetto delle tradizioni e del rango del Catanzaro.

Noi saremo sempre al fianco dell’Us, così come abbiamo dimostrato con i fatti in questi anni, sia raccogliendo centinaia di migliaia di euro di sponsorizzazioni da parte degli imprenditori locali, sia avviando la riqualificazione dello stadio “Ceravolo” che è sul punto di essere completata.

Nuovi spogliatoi e campo B sono già nella disponibilità della società che deve solo provvedere all’allaccio delle utenze”.

Uno slancio di doverosa gratitudine per i cinque anni che l’imprenditore reggino ha trascorso sui Tre Colli, a cui segue un’ulteriore precisazione: “Se c’è qualcuno che intende rilevare il Catanzaro, si faccia avanti. Si sappia, però, che il sindaco si batterà sempre e comunque perché la storia novantennale dell’Unione Sportiva non si spezzi e che le Aquile volino sempre più in alto. I colori giallorossi vengono prima di ogni altra cosa”

E infine Abramo rinnova l’invito: “Se il presidente Cosentino, su queste basi, intenderà confrontarsi con il sindaco e l’istituzione che rappresento, ne sarò felice.  Se, al contrario, non è interessato al confronto, me ne farò una ragione”.

  tags:
  Categoria: