Paganese-Catanzaro 1-2: tabellino, cronaca e hilites

Paganese-Catanzaro 1-2: tabellino, cronaca e hilites
febbraio 04 21:44 2017

La prima vittoria dei giallorossi in trasferta

PAGANESE-CATANZARO 1-2

MARCATORI: 2′ Zanini, 27′ Firenze, 35’st Icardi

PAGANESE: Liverani; De Santis, Alcibiade, Carillo, Della Corte; Firenze (44’st Stoia), Pestrin, Mauri; Bollino (9’st Zerbo), Reginaldo, Herrera (17’pt Cicerelli).  All. Grassadonia

CATANZARO: De Lucia; Esposito, Prestia, Patti, Pasqualoni (34′ Imperiale); Mancosu (31’st Van Ransbeeck), Maita, Icardi, Zanini (21’st Giovinco); Gomez, Sarao.  All. Zavettieri

ARBITRO Meraviglia di Pistoia

Vittoria del Catanzaro per 1-2 in casa della Paganese. E’ la prima vittoria dei giallorossi in trasferta. Successo ancor più importante perché ottenuto in uno scontro diretto.

Mancano gli squalificati Sirri e Carcione. Mister Zavettieri getta fa esordire subito Zanini e Gomez. Parte dal primo minuto anche Mancosu. Ed è proprio Zanini a portare in vantaggio il Catanzaro al 2’ su cross dalla destra di Mancosu. Come però accade spesso i giallorossi finiscono col chiudersi in difesa. La Paganese si impossessa del centrocampo ed alza il proprio baricentro alla ricerca del pareggio.
Clamorose le palle gol capitate sui piedi di Mauri tra il 22’ ed il 23’. Nella prima circostanza il centrocampista non approfitta di un’incertezza di De Lucia spedendo a lato; nella seconda colpisce la traversa.
Il gol è nell’aria e giunge poco dopo al 26’ con l’ex Firenze, bravo a depositare facilmente in rete su passaggio di Della Corte a porta sguarnita. Il portiere delle aquile, ammonito al 26’,è super su un colpo di testa poco dopo di Carillo. Troppe conclusioni dei padroni di casa nei 45 minuti iniziali di gioco.

Il goal della vittoria

Nella ripresa, complice anche il passaggio al 4-3-1-2 le aquile sono più propositive e concedono poco ai campani. Le conclusioni verso la porta di Liverani  non sono tantissime.

Ci prova Icardi al 62’ con un destro a lato. Il tiro-cross di Sarao è parato dal portiere con i piedi. Ma a dieci minuti dal termine è proprio il gioiellino Icardi a battere l’estremo difensore azzurro stellato con un tiro da fuori area. Il Catanzaro serra le linee e si difende. La posta in palio è molto alta e la gara è nervosa.

Vengono espulsi sia Sarao che Alcibiade. Dopo quattro minuti di recupero può esplodere la gioia dei calciatori in campo che vanno ad esultare sotto la curva ospite.

Il Catanzaro sale così a 21 punti ed ora farà visita al Messina per un altro scontro diretto da cercare di vincere. La salvezza è possibile.

  tags:
  Categoria: