Addio caro, vecchio, storico pino della mitica Curva Ovest-Capraro

STADIO CERAVOLO

Se non scappa una lacrimuccia, poco ci manca

Un’altra icona del calcio catanzarese ci lascia. Non è un calciatore, un dirigente e nemmeno un tifoso.

Si tratta del pino dello stadio di Catanzaro, un albero entrato nella storia del calcio italiano ripreso dalle immagini e dalle foto degli innumerevoli campionati giallorossi in A ed in B. Ma anche in C nel momento della diffusione dei social e delle dirette streaming anche per la lega Pro.

L’albero però da tempo mostrava evidenti segni di malattia.

Numerosi sono stati gli inviti a prendersene cura.

Evidentemente non sono bastati.

Oppure la stessa pianta, ‘stanca’ di tante pallonate anonime di terza serie, ha deciso di chiudere la sua centenaria storia.

Non si sa infatti quando e chi l’ha piantata. Molto verosimile che fosse antecedente alla costruzione del primo Militare.

Ora non c’è piu. Farà parte del museo storico di immagini e ricordi dei tanti che vi hanno goduto l’ombra nelle lunghe ore di attesa in curva prima delle grandi sfide di A e di B; o un po’ di riparo nelle giornate di pioggia sotto le sue ricche fronde.

Addio ‘pino’ della Curva, sembra banale rivolgersi a te come una essere umano.

Ma siamo sicuri che ci mancherai.

A meno che qualche mente illuminata ti vorrà ricordare seriamente, piantando un giovane ‘erede’ in grado di crescere e ridare anche quella speranza di grandezza che tu sapevi proiettare con la tua voluminosa chioma verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


20 − 16 =