Catanzaro, prova da vera capolista: 2-0 al Crotone – VIDEO

YouTube player

Il Catanzaro vince con merito una partita difficile contro il Crotone secondo in classifica.

I giallorossi di Vivarini battono i rossoblu di Lerda con un gol per tempo, frutto entrambi di manovre veloci e finalizzazioni precise. Sono stati Iemmello e Curcio a far esultare gli oltre 12mila supporters accorsi dopo aver preso d’assalto le rivendite in settimana.

Mille, tutti ‘assatanati’, i sostenitori degli squali in curva Est, dove a metà secondo tempo si sono registrati tafferugli all’interno della tifoseria pitagorica.

Ne ha fatto le spese un ispettore di polizia colpito da un sasso in testa e costretto alle cure ospedaliere.

Il match è stato molto bello, con capovolgimenti di fronte e tante occasioni da rete. L’estremo difensore catanzarese Fulignati ha vinto nettamente il confronto con il fischiatissimo ex Branduani (autore di qualche infelice buffonata via social dopo due stagioni tutto sommato discrete sui Tre colli). Il portiere del Catanzaro ha neutralizzato le poche ma pericolose occasioni create dai rossoblu (oggi in tenuta celeste intenso) meritando di sicuro un voto molto alto.

Sull’1-0 per le Aquile gli ospiti sono andati in gol con Tribuzi ma l’arbitro ha annullato su segnalazione del guardalinee. Le immagini non consentono un giudizio inappellabile, ma sulla traiettoria di sicuro il collaboratore era meglio disposto.

In campo partita corretta tra i calciatori, di meno tra le panchine che si sono spesso beccate. Ne hanno fatto le spese i due allenatori con un giallo ciascuno che sul finire è divenuto rosso per il trainer ospite. Fine partita con qualche colpo di troppo nel tunnel ed un’uscita ‘fuori-luogo’ del vicepresidente crotonese (appena graziato da una squalifica) che è tornato minacciosamente sul terreno di gioco verso la panchina di casa.

Roba poco edificante

Bellissimo invece lo spettacolo sugli spalti, con il Ceravolo sold out, cori e colori in tutti i settori.

Ora si faranno i conti con il Pescara che ha scavalcato gli jonici ed insegue la capolista a tre lunghezze. A fine mese il confronto diretto all’Adriatico, altro stadio storico del calcio italiano, sprecato – come il Ceravolo – in questa serie C.

GOL

Ultimo minuto del primo tempo: Biasci al centro per Vandeputte che arriva in scivolta e mette in area piccola, Iemmello brucia sullo scatto Golemic e buca Branduani, poi si concede un paio di ‘voli’ d’aquila prima di andare verso la curva Capraro a sugellare il suo patto d’amore a suon di gol.

22° della ripresa: il Catanzaro riconquista palla su Mogos, lancio a sinistra su Vandeputte (che ha cambiato corsia dopo l’ingresso di Situm, cross rasoterra a taglio dietro per il destro di Curcio appena in campo. L’ipoteca dei 3 punti.

 

TABELLINO-

Marcatori: 45° Iemmello, 67° Curcio
Catanzaro (3-5-2): Fulignati, Scognamiglio, Brighenti, Martinelli, Vandeputte, Ghion, Sounas (Cinelli), Verna, Tentardini (Situm), Biasci (Biasci), Iemmello (Cianci). All. Vivarini
Crotone (4-3-3): Branduani, Calapai, Golemic, Bove, Mogos, Awua (Giannotti), Petriccione, Tribuzzi (Rojas-Bernardotto), Chiricò, Gomez, Kargbo (Vitale). All. Lerda
Arbitro: Marco Monaldi di Macerata
Ammoniti: Brighenti, Sounas, Trubuzzi, Vivarini, Biasci, Lerda, Mogos, Ghion, Vandeputte.
Espulso: Lerda
Angoli: 6 a 4 per il Catanzaro

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


2 × 2 =