Catanzaro rimontato, il Padova (2-1) si prende la finale – VIDEO

YouTube player

La conclusione è amara come al solito: Catanzaro fuori dai play off. Stavolta però con una sostanziale differenza. La squadra, costruita solo a gennaio, ha prodotto il massimo sfiorando la finalissima mancata solo per una punizione magistrale. Ed ora società e piazza hanno una ‘macchina’ potenzialmente pronta a fare il vuoto nel prossimo torneo, con pochi precisi interventi d’organico.

Rimangono le solite recriminazioni: dopo un buon primo tempo concluso in vantaggio con rete di Sounass dopo bellissima azione in contropiede e primo tiro ribattuto di Biasci, i giallorossi hanno tirato un po’ i remi in barca.

Donnarumma non ha fatto alcuna parata nell’arco della gara quando una volta in vantaggio il Catanzaro avrebbe dovuto/potuto approfittare degli spazi e chiudere, secondo quanto impartito dalla mentalità di Vivarini.

Discorso a parte per i gol subiti: sull’angolo del pareggio, al  77°, il Catanzaro incassa la rete con tutti gli effettivi in area. Le Aquile si sono fatte bucare da Curcio arrivato improvvisamente nell’area piccola tutto solo. In questo caso tra Bayeye e Branduani (stranamente fermo su palla alta a pochi metri dalla porta) c’era Jelenic. L’arbitro richiamato dal Var è andato a vedere per circa un minuto l’azione poi ha convalidato la rete anche se il giocatore veneto era  in fuorigioco attivo davanti al portiere calabrese.

Nel lunghissimo recupero, ad un minuto dal termine, Scognamillo e Statini si contendono una palla alta con il piede. L’attaccante patavino crolla a terra, l’arbitro Rutella fischia il fallo e da quella posizione assegna praticamente un rigore al sinistro di Chiricò che fulmina Branduani con palla a giro che tocca il palo.

Nell’azione ultima, punizione toccata per Vazquez che finisce alta, come una di Bayeye ben lanciato da un Bombagi forse più in palla di altri compagni di serata.

Emblematiche le lacrime di Iemmello, che ha dovuto lasciare il campo per una botta alla spalla al 67°

Sugli spalti circa 2000 cuori giallorossi ancora infranti, per l’undicesima volta, dalla coda del campionato.

TABELLINO

PADOVA: Donnarumma, Valentini (74′ Ceravolo), Gasbarro, Santini (89′ Monaco), Germano (46′ Curcio), Dezi, Ronaldo (64′ Della Latta), Ajeti, Kirwan, Bifulco (64′ Jelenic), Chiricò . Allenatore: Oddo

CATANZARO: Branduani, Martinelli, Fazio, Scogniamillo, Bayeye (93′ Rolando), Verna, Cinelli (68′ Carlini), Sounas (82′ Cianci), Vandeputte, Biasci (82′ Bombagi) , Iemmello (68′ Vazquez). Allenatore: Vivarini

ARBITRO: Daniele Rutella di Enna
AMMONITI: Ronaldo, Martinelli, Germano, Santini, Jelenic, Scognamillo
NOTE: spettatori 7137 paganti per un incasso di euro 72.115. Angoli: 4-2 per il Padova. Recupero2′ pt – 7′ st

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


5 + 3 =