Controlli grigliate: nessun intervento in Pineta Giovino

E’ andata bene oltre ogni aspettativa l’iniziativa di controllo attivata dalla polizia municipale di Catanzaro in collaborazione con quella di Stato.

Nei due giorni del 14 e del 15 il servizio di pattugliamento attivo no-stop da mattina a sera, esterno ed interno alla pineta di Giovino – Catanzaro Marina – non ha avuto bisogno di interventi attivi.

Secondo quanto riferito alla nostra redazione dai responsabili dell’iniziativa – partita dall’ordinanza del sindaco per la prevenzione di incendi – l’assalto pacifico dei catanzaresi alla pineta (per quanto trascuratissima) è stato uno dei più civili degli ultimi decenni.

Nessuno ha acceso barbecue o fuochi di alcun genere e tutti – compresa la numerosa comunità rom abituale frequentatrice del pranzo di ferragosto – hanno rispettato le indicazioni portando le pietanze già cucinate a casa.

Fiumi di bevande e musica per tanta allegria, senza pericoli per la vegetazione già provata da anni di abbandono.

Discorso diverso per quanti hanno deciso di trascorrere in Sila o nelle proprie abitazioni la ricorrenza più festiva dell’anno.

Migliaia le persone che si sono riversate tra i boschi e nei locali della Sila catanzarese. Tanti anche quelli che hanno raggiunto le casette private al fresco dei pini. Qui nei giardini privati, la grigliata è stata un must irrinunciabile per il primo ferragosto senza alcuna restrizione, dopo i due anni covid da prigionieri.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


cinque − 5 =