Festa S. Vitaliano, prima volta per Maniago e Fiorita

Sabato 16 luglio, alle ore 10:30, presso la Basilica “Maria SS. Immacolata” di Catanzaro, durante la Concelebrazione Eucaristica in occasione della Solennità di “San Vitaliano”, patrono  dell’Arcidiocesi e della Città di Catanzaro, il Nunzio Apostolico in Italia e nella Repubblica di San Marino, S.E. Mons. Emil Paul Tscherrig, in nomine Summi Pontificis, imporrà il Pallio all’Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace, Mons. Claudio Maniago.

Il 29 giugno scorso, nella Festa dei “Santi Apostoli Pietro e Paolo”, l’Arcivescovo mons. Claudio Maniago, accompagnato da alcuni sacerdoti, diaconi e fedeli laici appartenenti alle parrocchie, gruppi, movimenti, associazioni e confraternite della nostra Arcidiocesi, ha partecipato alla Concelebrazione Eucaristica, presieduta da Papa Francesco, nella Basilica Vaticana di “San Pietro”, durante la quale il Santo Padre ha benedetto i Palli destinati ai nuovi Arcivescovi Metropoliti.

Il Pallio è simbolo di un legame speciale con il Papa ed esprime, inoltre, la potestà che, in comunione con la Chiesa di Roma, l’Arcivescovo Metropolita acquista di diritto ed esercita nella propria giurisdizione.

La consegna e l’imposizione del Pallio all’Arcivescovo in Diocesi per mano del Nunzio Apostolico, però, rappresenta il cambiamento, voluto qualche anno fa dallo stesso Papa Francesco, per mettere maggiormente in evidenza la relazione degli arcivescovi Metropoliti con la loro Chiesa locale, dando così la possibilità a tutti di essere presenti al Rito di imposizione e anche particolarmente ai Vescovi delle Diocesi suffraganee.

Il Pallio è un paramento liturgico costituito da una striscia di lana bianca,
simbolo del Vescovo come buon pastore e, insieme, dell’Agnello crocifisso per la salvezza dell’umanità.

Nel pomeriggio, alle ore 18:00, l’Arcivescovo guiderà la tradizionale processione del Santo Patrono per le vie della Città, la prima anche per il neo sindaco Fiorita.

Sarà festa in tutta la città o solo nel centro storico?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


17 + due =