Polizia penitenziaria scopre cellulari dietro muro carcere

Personale di Polizia penitenziaria ha scoperto due telefoni cellulari all’interno della Casa Circondariale Ugo Caridi di Catanzaro.

Gli apparecchi erano all’interno di un’intercapedine creata nel muro in una saletta comune del reparto di reclusione ordinaria.

Lo rende noto il segretario regionale Sinappe Roberto Magro il quale vuole “esprime il più sincero apprezzamento per l’impegno e l’importante attività di polizia giudiziaria svolto dagli uomini e dalle donne della polizia quali, come sempre, si contraddistinguono per il lavoro che svolgono, con l’augurio che l’Amministrazione sappia riconoscere i dovuti meriti al personale
che ha effettuato il ritrovamento.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


4 × cinque =