Spaccio in viale Isonzo, 21 ordini di arresto – VIDEO e NOMI

BLITZ NOTTURNO DI CARABINIERI E POLIZIA

La Dda di Catanzaro ha portato a termine un’operazione antidroga notificando 21 misure cautelari di cui 12 in carcere e 9 ai domiciliari. I soggetti sono imputati a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, furto di armi, detenzione e porto abusivo di armi, estorsione e ricettazione.

I provvedimenti sono stati eseguiti al termine di cinque anni di indagini partite da altrettanti filoni di inchiesta e concretizzati da una azione congiunta e sinergica fra Polizia di stato e Carabinieri. Le persone arrestate gestivano la piazza di spaccio nella zona sud della città (viale Isonzo, da cui il nome del blitz Aesontium) con un’ attivita’ fiorentissima ed attiva notte e giorno, ma anche il mercato della droga in altri quartieri

Le consorterie, appartenenti all’etnia rom ormai stanziale, avevano allestito una articolata organizzazione, con impianto di videosorveglianza dell’ intero fabbricato, originale sistema di approvvigionamento dello stupefacente recapitato dalla Puglia tramite corrieri albanesi e vedette sistemate h24 nei pressi del fortino catanzarese. L’espletamento delle attività illecite tramite soggetti imparentati tra loro consentiva l’utilizzo di minori in ogni fase della filiera criminale.

Per il procuratore della Repubblica Nicola Gratteri “si tratta di una operazione che restituisce maggiore serenità e fiducia ai cittadini da sempre oppressi dalle bande colpite a causa di sistematici reati come furti d’auto, estorsioni, spaccio. E’ gente spregiudicata e crudele, capace di tenere in scacco interi quartieri”. Nel corso della conferenza stampa sono intervenuti il neo questore di Catanzaro Maurizio Agricola, il capo della squadra mobile Fabio Catalano, il comandante della compagnia carabinieri cap. Ferdinando Angeletti, quello provinciale col. Antonio Montanaro ed il procuratore vicario Vincenzo Capomolla.

I DESTINATARI

In carcere : Marco Bevilacqua, Fabio Bevilacqua, Romina Veronica Di Cataldo; Cosimo Bevilacqua detto Coccolino; Gianluca Bevilacqua detto Felice; Francesca Martelli detta Subaru; Isa Garuja detto Antonio; Donato Bevilacqua detto u Cecatu o occhiu stortu; Marco Passalacqua.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


3 + sedici =