Stabilimento balneare e discoteca pronti, quasi tutto abusivo

Grande stabilimento balneare, con sport, palme e discoteca: peccato sia tutto abusivo.

La Guardia di finanza di Lamezia Terme (Catanzaro) ha sequestrato un’area demaniale di 13 mila metri quadrati ubicata sul litorale tirrenico di Gizzeria.

La Fiamme gialle ne hanno denunciato alla procura della Repubblica il titolare per una serie di reati, occupazione abusiva di suolo demaniale, abusi edilizi e deturpamento bellezze naturali.

Dopo aver ricevuto la concessione demaniale di 6.500 metri quadrati, l’imprenditore aveva attrezzato e recintato un’area estesa circa il doppio di quella assegnata. L’uomo, operatore commerciale nel settore degli stabilimenti balneari e attività connesse, aveva occupato il sito senza alcuna autorizzazione con manufatti ombreggianti, piantumazione di palme, campi da beach volley e tutto l’occorrente per una discoteca all’aperto.

Sequestrate tutte le opere  insieme all’area demaniale che, peraltro, è ubicata all’interno di un sito di importanza comunitaria, denominato “Lago La Vota”, per il quale sussistono particolari prescrizioni finalizzate alla tutela paesaggistica e ad evitare il deterioramento e deturpamento dell’habitat naturale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


2 × 1 =