Start up ortofrutta: la tenacia di Giorgio

i fratelli gigliotti ortofrutta

Parte dalla Calabria un progetto di mercato agricolo tecnologico.

L’ha ideato e sperimentato un giovane di Catanzaro, Giorgio Gigliotti, quarta generazione di una famiglia di imprenditori che si occupano di agroalimentare.

“Ho incontrato il ministro Patuanelli che si è dimostrato entusiasta dell’idea – ha detto a LaPresse il giovane startapper – assicurandomi il sostegno di uno staff di esperti.

Una esperienza molto gratificante – ha aggiunto Gigliotti – perché finalmente qualcuno ha deciso di ascoltarmi , dopo le tante risposte negative avute dalle istituzioni locali.”

L’app si chiama ‘MercatoTelematico’ e si propone di mettere in contatto produttori ed agricoltori italiani che possono vendere direttamente ai clienti finali, abbattendo tempi e costi di una filiera sempre più penalizzante.

“La tecnologia è importante – aggiunge il giovane imprenditore calabrese – ma è anche fondamentale apprezzare i prodotti genuini della nostra terra, del sud in particolare. Sul nostro territorio la risposta è stata molto incoraggiante e per lo stesso principio penso funzionerà anche su scala nazionale”.

Nel primo anno di attività il delivery dell’ortofrutta garantita ha fatturato oltre 3 milioni di euro.

“La mia famiglia conosce molto bene le dinamiche dei mercati e quanto sia difficile evitare i disagi della globalizzazione – ha aggiunto Gigliotti – Ecco perché ho fatto di tutto per incontrare il ministro in persona.”

Se il progetto andrà in porto potrà presto garantire la compravendita diretta tra produttori certificati calabresi e non con clienti cui frutta, ortaggi e prodotti di comparto sarannno consegnati entro 24/48 ore in tutta Itali

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


dieci − 3 =