Valanga giallorossa sul Cerignola, +8 sulla seconda- VIDEO

YouTube player

Il Catanzaro segna 4 gol al Cerignola e porta ad 8 le distanze sul Crotone seconda in classifica.

In una giornata di freddo polare e col terreno in precarie condizioni sulla fascia della palazzina le aquile sciorinano il loro ottimo calcio e rimandano in Puglia la sola squadra che nel girone d’andata è stata più vicina a batterle.

Con un Pietro Iemmello molto ispirato – forse anche troppo… – i giallorossi si ritrovano a meraviglia e vanno in gol con Biasci che non sarà altissimo ma salta più del difensore su una palla di rimbalzo ed apre le marcature.

Sul finire di tempo punizione micidiale di Vandeputte dal vertice dell’area che – forse leggermente deviata – termina violentemente all’incrocio opposto.

Anche il belga sembra tornato quello di fine 2022 e per poco bissa.

Invece nella ripresa la doppietta la sigla il bomber nostrano, ingenerosamente beccato da qualche ‘leone’ da gradinata dai distinti.

Prima triangola modalità futsal con Ghion in area fino a trafiggere Saracco di destro; poi su cross del Vande tocca di classe per un morbido pallonetto che s’insacca beffardo. E li il capocannoniere si toglie lo ‘sfizio’ di un gesto di rivalsa che avrebbe potuto risparmiarsi; ma che tutto lo stadio gli perdona molto volentieri gridandone il nome ed accompagnandolo poi quando esce per la consueta sostituzione.

Complice il pari di Carlini e company nel recupero di Monterosi-Crotone le distanze dagli inseguitori aumentano ad 8 lunghezze. Ora il Catanzaro può gestirsi ancora meglio la leadership del girone dall’alto di numeri e prestazioni maiuscole.

MARCATORI: 25’ pt Biasci (C), 42’ pt Vandeputte (C), 6’, 11 st Iemmello (C).

CATANZARO (3-5-2): Fulignati; Martinelli, Brighenti, Scognamillo; Situm (31’ st Tentardini), Sounas, Ghion (23’ st Pontisso), Verna, Vandeputte (43’ st Rolando); Iemmello (23’ st Curcio), Biasci (31’ st Cianci). A disposizione: Sala, Gualtieri, Fazio, Gatti, Megna, Welbeck, Scavone, Cinelli. Allenatore: Vivarini.

CERIGNOLA (3-5-2): Saracco; Coccia, Blondett, Ligi; Achik (13’ st Russo), Langella, Bianco (5’ st Capomaggio), Sainz-Maza (13’ st Ruggiero), D’Ausilio (13’ st Tascone); Malcore (28’ st Samele), D’Andrea. A disposizione: Fares, Trezza, Allegrini, Mengani, Botta, Gonnelli, Giofrè. Allenatore: Pazienza.

ARBITRO: Petrella di Viterbo.

AMMONITI: D’Andrea (AC), Sounas (C), Langella (AC), Blondett (AC), Ligi (AC), Martinelli (C), Cianci (C), Samele (AC).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


8 + 17 =