All’Auditorium Casalinuovo la prima del film rom “Jason”

Si terranno giovedì 20 maggio (non più il 1° aprile)  all’Auditorium Casalinuovo la presentazione e la proiezione del film Jason, girato fra la comunità rom del capoluogo e non solo dal regista catanzarese  Andrea Paonessa. Una storia scritta frutto di fantasia e senza alcun riferimento a fatti o persone esistenti, per un film imperniato sulla figura di questo giovane rom (reale) che ha sempre desiderato recitare, con tutti i limiti di un attore amatoriale.

La trama.

Un ragazzo rom di nome Jason, all’età di 19 anni diventa papà. La moglie Maria di anni 18 si trovano in un disagio sociale molto difficile. Hanno un bambino di 2 anni e una mattina… Il ragazzo preso dallo sconforto cerca aiuto e si rivolge a… Ma tutte le promesse fatte a Jason non vengono mantenute…Il giovane in grande difficoltà prende una brutta decisione… Una epilogo tutto da vedere.

La produzione è iniziata nel mese di maggio 2022 ; del cast fanno parte attori di respiro nazionale come Alfredo Li Bassi, Salvatore Termini in arte “king” poi l’indigeno Rino Rodio, Salvatore Pettinato, in arte ‘u biondino0 già nel film “Il capo dei capi”.

“Si tratta di un mediometraggio che ci ha tenuto al lavoro per oltre 8 mesi insieme al filmmaker Tommaso Floro Candido – ha commentato Paonessa –  ed a cui hanno collaborato Roberto Cilento, Antonio Mauro ed Antonio Tammè.

Abbiamo avuto il coraggio di girarlo interamente in alcune zone della città di grande disagio come Viale Isonzo, Aranceto; ma anche a Catanzaro Lido, Mater Domini e Gagliano. E’ stato un duro lavoro molto difficile e nello stesso tempo gratificante – ha aggiunto il regista – perché gli abitanti di viale Isonzo e Aranceto hanno applaudito quando giravamo le riprese, con un’accoglienza su cui nutrivamo per la verità più di qualche dubbio. Jason è un film  particolare, dedicato a coloro che nella vita vogliono un cambiamento sociale, che le loro zone diventino realtà di aggregazione sociale e che le istituzioni politiche e sociali li aiutino concretamente. Io personalmente ci credo perché vedo ogni giorno molti giovani e tanti adulti che cercano un vero cambiamento. Penso che questo messaggio cinematografico – conclude Paonessa – sia un nuovo inizio per le zone di viale Isonzo,  Aranceto e Pistoia.

Li ringrazio tutti ed in particolare l’assessore comunale alle politiche sociali Lazzaro”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


tre × cinque =